Schlachtplatte Merano

Schlachtplatte, il trionfo della carne altoatesina

Lo Schlachtplatte è un piatto molto amato della cucina tedesca e altoatesina a base di carne e contorni tipici. Il piatto comprende diverse tipologie di carne come stinco di maiale, salsicce, costolette, sanguinacci, carne speziata e affumicata. Solitamente questo piatto viene accompagnato da crauti o patate e pane.

La parola deriva dal tedesco schlachten “macellare” e Platte “piatto”, perché, tradizionalmente, si mangiava solo il giorno della macellazione. Questa tradizione risale a quando non esistevano i frigoriferi, e quindi gli organi delicati come il fegato dovevano essere preparati immediatamente altrimenti si sarebbero deteriorati. Nel tempo il piatto si è arricchito e oggi contiene praticamente ogni parte del maiale.

Lo Schlachtplatte tradizionale veniva cucinato durante i mesi autunnali. Con la macellazione dei maiali in inverno gli agricoltori avevano meno bocche da sfamare, nonché una buona riserva di salumi da consumare nella stagione fredda. Inoltre, dal momento che si tratta di una preparazione molto nutriente aiutava ad affrontare la rigidità del clima invernale.

Nella preparazione del piatto vengono usate molte spezie e erbe differenti, come pepe nero, bacche di ginepro, semi di senape o foglie di alloro, a seconda della regione in cui viene preparato o in base alle preferenze del cuoco. Come decorazione finale e per dare un tocco di freschezza si usa cospargere il piatto di erba cipollina fresca. Uno dei condimenti tipici rimane comunque la senape.

Infine, lo Schlachtplatte è un piatto che non può mai mancare turante il Törgeelen altoateasino, ovvero un momento tradizionale che si tiene in autunno e durante il quale ci si ritrova per assaggiare il vino e mangiare le prelibatezze della tradizione come crauti, patate, carne e canederli di vario tipo.

Un piatto perfetto per gli amanti di carni a salumi, da consumare intorno ad una bella tavolata con amici e familiari, del buon vino e le caldarroste come dessert.

259

Leggi anche: